Dazi sul vino di Trump, tremano anche gli americani

blank
Tempo di lettura: 2 min

Cosa dicono i mass media negli Stati Uniti d’America in merito ai dazi sui vini europei che vuole introdurre il presidente Donald Trump? Ecco il servizio pubblicato ieri da WXYZ-TV, stazione televisiva affiliata alla ABC con licenza a Detroit, Michigan, Stati Uniti. Guardate anche l’intervista video a cura della redazione dell’emittente a un enotecario davvero spaventato per gli effetti che si potrebbero generare sul mercato…

Ecco il testo del servizio giornalistico tradotto in Italiano:

GROSSE POINTE WOODS, Mich. (WXYZ) – Le imprese locali si stanno preparando per una possibile tariffa fino al 100% sui prodotti europei che vanno dalle borse, ai formaggi e ai vini. Michael Palazzolo (Woods Wholesale Wine a Grosse Pointe Woods) afferma che la tariffa colpirebbe duramente l’industria vinicola, raddoppiando il prezzo di alcuni vini e lasciando disoccupati nell’industria vinicola. «Inizierà con gli importatori, poi colpirà i distributori, noi e infine colpirà i consumatori», ha detto. La nuova minaccia delle tariffe viene dall’amministrazione Trump dopo che la Francia ha imposto una “tassa sui servizi digitali” a società tecnologiche americane come Amazon e Apple. L’Ufficio del Rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR) a Washington ha già tenuto audizioni sulla proposta di $ 2,4 miliardi di tasse su formaggio francese, Champagne, borse e altre merci. La nuova tariffa si aggiunge all’imposta del 25% precedentemente imposta, entrata in vigore a ottobre, e ora include Champagne, spumanti e vini italiani esclusi dal primo turno. Palazzolo afferma che i consumatori che sono abituati a determinati vini potrebbero dover pensare di cambiare o potrebbero doversi preparare a pagare il doppio. Prendendo lo Champagne Cristal per esempio, una bottiglia nel suo negozio normalmente costa $ 250 ma potrebbe salire alle stelle, cioè a $ 500. «È una situazione difficile per lo Champagne, perché se vuoi lo Champagne, vuoi quello vero che deve provenire dalla regione francese dello Champagne». Mentre la tariffa potrebbe sembrare un vantaggio per i produttori di vino nazionali, alcuni sostengono che l’effetto a catena potrebbe aumentare anche i prezzi al consumo dei vini della Napa Valley. Le tariffe potrebbero entrare in vigore alla fine del mese.

Cliccate qui per leggerlo in lingua originale…

Podcast

Ascolta il podcast del blog pubblicato sulle maggiori piattaforme di distribuzione internazionali a partire da Spreaker, Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify e Deezer. Puoi cercare “45parallelo”. Seguimi, commenta e condividi…

Scarica EnoNautilus, vivi l’enoturismo 4.0!

EnoNautilus è il primo ed unico ecosistema informatico dedicato all’universo enogastronomico/enoturistico italiano, il primo che mutua alcune delle caratteristiche fondamentali dell’industry 4.0 a favore di un incremento della qualità produttività ed una semplificazione dell’incoming enoturistico. blank blank