Ristorante Charlot, l’Oltrepò che non ti aspetti

Tempo di lettura: 3 min

Visto da fuori è l’insegna di un ristorante pizzeria lungo una delle strade del vino dell’Oltrepò Pavese; visto da dentro è un tempio del gusto che ti emoziona, sempre per un motivo diverso. Roberto Venturi, che con la sua famiglia ha dato un’anima unica allo Charlot di Santa Giuletta, è maestro nell’arte dell’accoglienza, del racconto e della cucina, in abbinamento a grandi vini che ne esaltano ogni sfumatura. Il suo mestiere è la sua vita. Una vita fatta di sacrificio, di metodo, di ricerca, d’incontri, di esperimenti e di varianti da introdurre, di tanto in tanto, per offrire sempre qualcosa di speciale e sorprendente.

 

Gamberi blu della Nuova Caledonia, Burratina di Andria su foglia d’ostrica

 

Lo chef Roberto è umile e vero, ti guarda negli occhi e fa sempre parlare il cuore, per prenderti per mano e accompagnarti in un viaggio. Non è un caso se l’affezionata clientela lo premia sia per la sua creatività culinaria con il pesce, dalle ottime crudità a primi e secondi piatti da stellato, ma anche per le pizze-gourmet che propone, che della pizza tradizionale hanno solo gli ingredienti base perché per il resto sono piatti veri e propri.

Spaghettoni di Gragnano al plancton marino, crème fraîche e gamberi di Mazara del Vallo

 

Sull’insegna del locale “pizzeria” è davvero di troppo accanto a “ristorante”. Oltre ad un menù vario e studiato, allo Charlot trovi una carta dei vini che spazia dalle più alte espressioni dell’Oltrepò Pavese del Metodo Classico e del Pinot nero ad alcune chicche nazionali, con uno spazio anche per etichette internazionali con una loro identità. Allo Charlot non si fanno paragoni, si fanno proposte. Come se ciò non bastasse, Venturi fa cultura dell’olio 100% italiano, invitando gli ospiti ad accostare quello giusto ai piatti, educandoli su cultivar e zone di produzione.

Lo chef Roberto Venturi

 

Al termine del pranzo o della cena c’è spazio anche per la selezione dei distillati, italiani e internazionali, catalogati da Roberto con attenzione certosina: li propone lui in base al dessert, alle inclinazioni o alla cultura dei clienti. Allo Charlot, ogni volta, ci si avventura in un viaggio fatto di profumi, sapori, terre, suggestioni, accostamenti e contemplazione. Serve solo il tempo giusto, perché quello di Venturi non è un fast food: le preparazioni sono fatte al momento, a partire da una materia prima sceltissima, con cognizione di causa ed esperienza.  Lo Charlot è la ristorazione d’Oltrepò che non ti aspetti e che ti stupisce. Dietro al banco e in cucina ci sono soprattutto due assi nella manica: genio e amore. Due buoni motivi per scoprire Santa Giuletta, il paese delle bambole…

Scarica EnoNautilus, vivi l’enoturismo 4.0!

EnoNautilus è il primo ed unico ecosistema informatico dedicato all’universo enogastronomico/enoturistico italiano, il primo che mutua alcune delle caratteristiche fondamentali dell’industry 4.0 a favore di un incremento della qualità produttività ed una semplificazione dell’incoming enoturistico.  

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti a questo blog e ricevere le notifiche di nuovi post.